lunedì 5 dicembre 2016

Rischia la vita per salvare 25 gatti: "Stavano morendo in un incendio"

Una "gattara" modello Jean Favini, presidente di Oasis for animals (Langley WA), che ha messo a rischio la sua vita per salvare quella di 24 gatti che si trovavano in un edificio in fiamme.   L'incendio è divampato da un corto circuito di un forno a micronde e in breve tempo le fiamme hanno invaso tutto l'appartamento che era stato trasformato in un vero e proprio rifugio per gatti. La donna quando si è resa conto del fumo che usciva dalla finestra dell'appartamento ha immediatamente chiamato i soccorsi che però le hanno consigliato di non salire in casa. Jean non ha però potuto accettare l'idea che i suoi animaletti morissero bruciati o intossicati, così non ha esitato ed è salita per andarli a salvare.
Con un asciugamano sul viso per limitare le esalazioni è salita nell'appartamento e, uno a uno, a messo in salvo i suoi pelosi amici. «Quando li avevo fra le mie braccia ho messo la mia bocca sul loro naso e ho tappato loro la bocca per cercare di costringerli a trattenere il fiato. Temevo non ce l’avrebbero fatta visto l’odore e la tossicità del fumo che si era diffuso», ha raccontato la donna. I gatti sono stati portati da un veterinario e accuditi dalla donna nei giorni a seguire:  «Ho continuato trattamenti con il nebulizzatore, ho pulito i loro nasini, li ho fatti bere e ho cercato di convincerli a mangiare un po’».  Purtoppo 5 mici non sono però riusciti a salvarsi.